Bruno Morassutti. Architettura industrializzata e design dal 23 ottobre al 22 novembre // Scarica il programma // Parole di luce dal 30 ottobre al 29 novembre // Scarica il programma // 
 Bruno Morassutti. Architettura industrializzata e design dal 23 ottobre al 22 novembre // Scarica il programma // Parole di luce dal 30 ottobre al 29 novembre // Scarica il programma // 

    Marco Nereo Rotelli


Marco Nereo Rotelli è nato a Venezia nel 1955, dove si è laureato in architettura nel 1982.

Da anni persegue una ricerca sulla luce e sulla dimensione poetica che Harald Szeemann ha definito come “un ampliamento del contesto artistico”.

Rotelli ha creato negli anni una interrelazione tra l’arte e le diverse discipline del sapere. Da qui il coinvolgimento nella sua ricerca di filosofi,  musicisti,  fotografi,  registi, ma principalmente il suo rapporto è con la poesia che, con il tempo, è divenuta un riferimento costante per il suo lavoro.

Tra le grandi installazioni da lui realizzate si segnalano: nel 1996 l’opera in omaggio al teatro La Fenice di Venezia appena distrutto da un incendio e presentata alla Quadriennale di Roma; nel 2000 l’illuminazione con versi tratti da L’horlogedi Baudelaire della facciata del Petit Palais di Parigi; nel 2001 il  coinvolgimento di  mille tra i  maggiori poeti contemporanei,  espressione di  tutte  le tendenze e di tutti i continenti, per l’installazione BunkerPoetico, realizzata alla 49. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, fortemente voluta da Harald Szeeman; nel 2002 il recupero, a Carrara, di una cava da anni abbandonata e trasformata, in occasione della 11^ Biennale di Scultura, in un grande libro di marmo, scolpendo versi poetici sulle sue pareti; nel 2002 la grande installazione ambientale PoetryforPeacea Seoul; nel 2005 alla 51. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, il recupero dell’isola di San Secondo, nella laguna veneziana, per cui è stato insignito di targa d’argento della Presidenza della Repubblica; nel 2007 l’installazione permanente per il Living Theatre di New York, voluta da Judith Malina e dedicata alla Beat Generation; nel 2008 a Jinan, in Cina, invitato a partecipare alla Biennale internazionale d’Arte e Design della Shandog University, un’installazione dalla dimensione tragica e poetica, nell’anno del terremoto del Sichuan, che gli varrà l’Academy Award . nel 2008 a Parigi, l’opera realizzata con cento porte d’oro lungo gli Champs Élysées TheGolden Wood; nel 2009 la grande opera SavethePoetryesposta nelle vetrine dell’Espace culturel Louis Vuitton a Parigi; nel 2009 l’installazione luminosa sulla facciata della cattedrale di Santiago de Compostela per la Fiesta del Apóstol; nel 2010 a Milano il progetto Poetry.Parolad’Artistacon un’importante retrospettiva alla Rotonda di Via Besana, una mostra con il poeta arabo Adonis a Palazzo Reale, l’installazione scultorea Le pietresono Parolein Piazza Duomo; nel 2010 il progetto Genovas’illuminadipoesia, omaggio a Edoardo Sanguineti, con l’installazione luminosa in Strada Nuova; nel 2011 a Venezia la sua installazione luminosa a Palazzo Ducale che inaugura il Padiglione Italia alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte la Biennale di Venezia; nel  2011  al  Lido  di  Venezia  l’installazione  luminosa  Le parole del cinema per  la  68.  Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia; nel  2011  la  direzione  artistica  del  progetto  “Art  Explosion”  e  la  realizzazione  di  una  serie  di installazioni luminose per la valorizzazione del territorio dei Campi Flegrei (Na); nel 2012 l’installazione luminosa omaggio a Wisława Szymborska a Ca’ Foscari a Venezia;

nel 2013 l’installazione luminosa al Field Museum di Chicago per le celebrazioni dell’Anno della Cultura italiana negli Stati Uniti; nel  2013  l’installazione  luminosa  al  Porto  Antico  di  Genova  per  l’inaugurazione  del  nuovo Padiglione dei Cetacei di Renzo Piano e Assapora labellezzaa Palazzo Reale di Milano; nel 2014 l’ideazione di un palazzo d’artista a Padova, Casa Lux; nel 2015 l’illuminazione del Five Pavillion Bridge per lo Slander West Lake International Poetry Festival di Yangzhou, Cina; nel 2016 le installazioni luminose per l’inaugurazione del nuovo Museo della Palestina a Birzeit, e per il ventennale di Pienza Città Patrimonio Mondiale Unesco; nel 2017 la grande mostra con Adonis e l’installazione luminosa al MACRO di Roma; nel 2018 l’importante opera di luce per il Millenario di San Miniato al Monte a Firenze e il grande evento di luce, poesia e musica per il Capodanno a Genova; nel 2019 il progetto per Ca’ Sagredo a Venezia, “Poetry: a Glass garden”, con il coinvolgimento di poeti internazionali e la realizzazione di grandi opere sul recupero dell’identità del vetro di Murano.

Nel 2000 ha fondato il gruppo Art Project, oggi diretto da Elena Lombardi con Margherita Zambelli e Filippo Cavalli e composto da giovani artisti ed architetti, con il quale realizza numerosi interventi e progetti di installazione urbana.

Questo suo impegno gli è valso la partecipazione a otto edizioni della Biennale di Venezia, oltre a numerose mostre personali e collettive.

È stato invitato dalla Northwestern University (Chicago) come “artist-in-residence” (inverno 2013). Le sue opere sono presenti in musei e importanti collezioni private di tutto il mondo.

Di lui hanno scritto alcuni tra i più importanti critici d’arte, oltre a poeti, scrittori, filosofi e personalità della cultura internazionale, alimentando un’importante raccolta bibliografica sul suo lavoro.

Partecipa a