• Parole di luce

  • 30 ottobre >> 29 novembre 2020
    Museo Casa Robegan, Treviso

A cura di Paola Bellin e Luciano Setten.

Per Irvine Welsh “Le parole sono pietre infuocate contro i benpensanti”.

Oggi, la distinzione tra benpensanti e malpensanti è di difficile distinzione: possiamo, solamente, tornare ad usare le parole per il loro valore universale, quello della poesia.

Parole poetiche dedotte dalla vita trasformate in segni, tracciati, impianti visivi. Strutture di colore e luce che si incontrano e confrontano tramite la parola poetica, vissuta dagli artisti come esistenza di vita. Parola che si nobilita nell’intarsio stilistico fra segni, colori, lingue diverse. Segno/parola/luce.

La mostra/performance accoglie opere e versi di Marco Nereo Rotelli, Barbara Uccelli e Laura Ambrosi. Avremo, inoltre, un intervento poetico di Yang Lian, tra i più importanti poeti cinesi contemporanei.

 Nelle tre sale del Museo Casa Robegan, verranno esposte opere dove la parola, il segno e la luce diventano protagonisti di un progetto di poesia come opera. Opera pubblica, ma anche parola pubblica, attraverso l’arte, dove il gioco creativo fra segno (di-segno), parola (poesia) e proiezioni luministiche (light art) definiscono un nuovo modello di percezione visiva  dove segno e significante coincidono e si sovrappongono.